We Man

I We Man sono una band acustica siciliana nata su iniziativa di Paola Russo, cantante di origini riberesi. La genesi di questa band acustica risale all'incirca al 2013, quando, sulle ceneri di un'altra band acustica scioltasi lo stesso anno - i White Rabbit - Paola si porta con sé il chitarrista acustico Egidio La Rocca, anche egli delle stesse origini, chiamando in causa Danilo Spinoso, batterista palermitano da anni facente parte della scena musicale della città.

La band inizia dunque in trio, con Paola alla voce, Egidio alla chitarra e Danilo, che inizialmente alterna di live in live l'uso del cajon alla batteria, per passare poi definitivamente alla batteria. Nel corso degli anni la band ha cercato di caratterizzare il proprio sound attraverso collaborazioni con musicisti “alternativi”.

Tra le varie collaborazioni, quella con il fisarmonicista palermitano Paolo De Leonibus e quella con il violinista palermitano Melko Van Kaster, passato poi da collaboratore esterno ad elemento stabile nella band. Nel corso degli anni, vi sono state altre collaborazioni tra le quali il bassista Antonio La Rocca, fratello di Egidio nonché ex componente dei White Rabbit, e Alfia Bakieva, violinista classica di origini siberiane, quest'ultima precendente a Melko Van Kaster.

Look, stile musicale, arrangiativo e tecnico della band

Lo stile musicale della band è caratterizzato da un forte eclettismo ed originalità, sia dal punto di vista arrangiativo che da quello legato alla scelta del repertorio musicale: la band, infatti, propone un insieme di elementi musicali che vanno dal pop nazionale ed internazionale alla musica dal forte sapore popolare, fino al proponimento di brani di estrazione dance. Nel tempo, la band ha sviluppato delle idee – arrangiative e di sound – che si sono tradotte in una imponente crescita artistica che ha permesso di guadagnarsi la stima di un pubblico sempre più in crescita in buona parte della Sicilia occidentale che, conseguentemente, si è tradotto in una domanda sempre maggiore da parte di strutture varie (dai pubs ai comuni, fino al comparto matrimoni).

Nello specifico, il 2017 si è distinto per una presenza interessante di palchi comunali; questi i concerti da palco, in cui i We Man hanno suonato nel 2017:

• 22 aprile, Streetfood Fest, Palermo;

• 3 maggio, Licata, festa del patrono del paese;

• 6 agosto, Locati, frazione di Bonpietro;

• 20 agosto, Streetfood Fest, Sciacca;

• 1 ottobre, Oktoberfest, Santo Stefano di Camastra.

Tutti gli eventi sono stati molto partecipati, persino in due comuni come Licata e Locati, dove la band si faceva conoscere per la prima volta. Nei due Streetfood Fest ed anche all'Oktoberfest, dove già la band era stata ben apprezzata

attraverso i pub - e per l'Oktoberfest nell'edizione dell'anno precedente - vi è stata una massiccia presenza di pubblico: piazza Angelo Scandaliato – la piazza principale del paese di Sciacca, dove il 20 agosto si è svolto lo Streetfood Fest – ha registrato una presenza di più di 3000 persone. Ciò è, tra l'altro, ben documentato in un video fruibile attraverso la pagina Facebook ufficiale della band.

Una caratteristica dei We Man è il look, a cui si presta molta attenzione. Mai casuale, semmai molto stiloso, basato sull'uso di gilet, giacche e camicie molto ricercate, cappelli e cilindri, sino all'uso di maquillage da parte della cantate (Paola) e dell'eclettico violinista (Melko). Tutto ciò dà molta forza scenica, legata anche al fatto che ciascuno dei quattro elementi è caratterizzato da una forte personalità scenica che esce fortemente in ogni esibizione.

Come si diceva più sopra, un elemento caratteristico è legato alla ricerca sonora. Pur essendo una band prevalentemente acustica (non legata, quindi, a strumentazione “elettrica”, come potrebbe essere con l'uso della chitarra elettrica o della batteria elettronica), la tendenza alla crescita ha fatto sì che si introducesse, quest'anno, l'uso di elementi elettronici: affiancato e suonato assieme alla batteria, il batterista ha adottato un synth che ha permesso un balzo in avanti nel sound, che ha guadagnato in potenza e nuovi colori; come anche l'uso di effetti vocali, che hanno aggiunto uno spettro sonoro maggiore e, dunque, una maggiore forza suggestiva.

Tutto questo, ha necessariamente richiesto la presenza costante di un fonico, nella persona di Dario Di Matteo, che ha alle spalle più di un decennio di esperienza nel campo della produzione musicale – essendo proprietario di uno studio di registrazione a Palermo – per far sì che si rendesse fluido – e quindi il più gradevole possibile al pubblico - un insieme di stili musicali (pop, musica popolare, dance) molto differenti tra di loro ma che sono poi il marchio eclettico dei We Man.

Tutto cio è anche il risultato della scelta di una strumentazione di altissima qualità, a partire dalle chitarre (Martin, Taylor) ed i microfoni (Sennheiser) fino alla scelta della batteria (Ludwig, Dw Drums) e del violino elettrico (Yamaha). In ultimo, ma non certo per ordine di importanza, i We Man beneficiano, oltre che dal summenzionato fonico, nella persona di Dario Di Matteo, anche di un tecnico di palco, nella persona di Manfredi Nicotra, ormai necessario per l'imponente numero di impegni della stagione matrimoniale estiva e dei pub nella stagione invernale.

WE MAN

• Paola Russo, voce

• Egidio La Rocca, chitarra, voce

• Melko Van Kaster, violino

• Danilo Spinoso, batteria, octapad

• Dario Di Matteo, fonico

• Manfredi Nicotra, tecnico di palco

2018 KEFOOD ©. ALL RIGHTS RESERVED. DESIGNED BY WEBVOX.IT